GEOTECNOLOGIE AMBIENTALI APPLICATE ALLE STRUTTURE – Seminari 29-30/11/2018, Bari

TeMa prosegue la sua attività di divulgazione circa il corretto uso e dimensionamento di sistemi con geosintetici, proponendo sull’intero territorio nazionale dei seminari in collaborazione con i diversi Ordini professionali.

 

Le prossime attività di svolgeranno in Puglia, con due seminari approvati dall’Ordine dei Geologi della Puglia e dall’Ordine degli Ingegneri di Bari.

  1. Seminario GEOTECNOLOGIE AMBIENTALI APPLICATE ALLE STRUTTURE Bari 29.11.2018 – Hotel Majesty. Informazioni alla pagina Geologi Puglia (consulta la brochure).
  2. Seminario GEOTECNOLOGIE AMBIENTALI APPLICATE ALLE STRUTTURE Bari 30.11.2018 – Hotel Majesty. Informazioni al sito Ordine Quadro Bari (consulta la brochure).

E’ possibile iscriversi ad entrambi i seminari accedendo alle sezioni dedicate riportate nel testo qui sopra.

Lo scopo di questi incontri sarà quello di fornire ai partecipanti degli strumenti per il corretto inserimento dei geosintetici nei loro progetti, spiegando le caratteristiche principali dei prodotti più comuni e dei criteri di scelta degli stessi, in base alle reali condizioni di utilizzo.

In particolare si approfondirà poi l’utilizzo dei geosintetici nella progettazione di terre rinforzate e in discarica.

ANTEPRIMA SULLA PROGETTAZIONE DI DRENAGGI PER DISCARICHE

Nel dettaglio verranno toccati casi quali il capping geosintetico di una discarica di RSU. Il caso specifico, realizzato nel territorio di Milano, ha imposto la soluzione sintetica come la più veloce da posare, più prestante dal punto di vista idraulico rispetto lo strato granulare con uno spessore decisamente di un ordine di grandezza inferiore (si parla infatti di 8 mm rispetto ai 50 cm della ghiaia). Inoltre tale soluzione ha garantito meno incidenza dei costi di trasporto nel conferire in cantiere il materiale rispetto a quanto risulterebbe essere la soluzione con inerte (3 camion trasportano materiale per coprire 10.000 mq di discarica, rispetto agli oltre 330 camion necessari per trasportare 5.000 mc di ghiaia mediante), e la possibilità di installazione anche su scarpate molto inclinate.

Ulteriori referenze possono essere confrontate alla sezione che riguarda il drenaggio per discariche realizzate da TeMa – Geo Solutions.

ANTEPRIMA SULLA PROGETTAZIONE DI TERRE RINFORZATE

Per quanto riguarda l’applicazione per le terre rinforzate Parteciperà all’incontro del 30 Novembre l’Ing. Michele Marmora (libero professionista) che descriverà la direzione lavori e il collaudo dei Lavori Di Realizzazione Della Variante Di Grottaminarda. Queste opere prevedono il collegamento tra “i due mari”, ossia tra il Molise e la Campania, intersecando anche la Puglia. Si tratta di un passante che toccherà le province di Avellino e Salerno, atto a snellire il traffico sulla A16 Napoli Bari. Gli interventi per cui si è fatto ricorso alla tecnica delle terre rinforzate riguardano sia tratti in rilevato che in trincea, con altezze massime dell’ordine dei 9 m. Le geogriglie impiegate per il contenimento delle terre hanno interessato classi di resistenza a trazione comprese da un minimo di 55 kN/m ad un massimo di 110 kN/m, in ragione dell’altezza dell’opera.

Ulteriori referenze possono essere confrontate alla sezione che riguarda la realizzazione di progetti di terre rinforzate realizzate da TeMa – Geo Solutions.